2012 in review

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2012 per questo blog.

Ecco un estratto:

The new Boeing 787 Dreamliner can carry about 250 passengers. This blog was viewed about 1.400 times in 2012. If it were a Dreamliner, it would take about 6 trips to carry that many people.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Piccoli numeri per un altrettanto piccolo successo. Ma è pur sempre un successo! Grazie a chi ha avuto tempo, voglia, pazienza, curiosità di leggere. Ancora di più a chi ha commentato.

Auguri per un 2013 pieno di tutte le cose che desiderate!

Natale come vuoi

Natale con i tuoi

I canti natalizi della vigilia hanno fatto traboccare la malinconia e hanno lasciato, il giorno dopo, lo spazio per un po’ di felicità: gli occhi carichi di aspettativa delle mie nipotine, lo sguardo schivo del mio adorato M., nello scoprire che era un Natale di sorprese anche per lui, il mio G. e tutta la famiglia raccolta rumorosamente intorno al pranzo, che ho preparato, condendolo con tutta la mia gratitudine e il mio amore per loro.
Avrei cucinato altre dieci portate per tenerli tutti stretti insieme, ancora!

20121230-093119.jpg

Per qualcuno il Natale è un giorno qualunque, un giorno di domande a cui rispondere, di visite da rendere, di conti da saldare… Per me, è come il miele nel latte caldo, quando hai mal di gola.

haiku

LIEVI SOGNI – haiku

CIMG4548

Scendono lievi sogni nella notte,
dolci e forti,

sono come la neve
che in aprile sfuma.

…un fiore raccolto per una serata con le fate…

il torrone c’è, ma è senza noccioline

Natale.

Natale. (Photo credit: suyensedai)

Ho letto dell’insolita voglia di famiglia di qualcuno e poi ho visto la neve, la prima della stagione. Ci voleva!

Perché mentre aspetto che torni da un anno all’altro, da una stagione all’altra, posso dimenticare quanti cambiamenti sono avvenuti e concentrarmi su qualcosa che appare sempre uguale , anche quando è diverso.

E dopo la neve aspetto la primavera e le giornate che si allungano a una a una… e posso credere di trovare nelle cose che ritornano quelle che ho perduto.

Il tavolo attende il giono di Natale perché  la famiglia ci si riunisca intorno e so che ci saranno l’arrosto e il brodo caldo, la mamma, il papà, mia sorella, mio fratello, i miei nipotini, il mio G…. Ma il torrone, quest’anno, è senza noccioline.