la volpe, l’uva, la mamma

regalo con saggezza

Quasi nove mesi di convivenza, per lo più civile, e pensavo che non mi sarei più stupita. Invece…

Mi hanno portato un regalo: ha fatto un lungo viaggio per arrivare a me, è stato pensato e scelto perché mi raccontasse qualcosa delle mani agili che lo hanno realizzato, della cultura che lo ha prodotto. Mi piace il pensiero da cui è nato. Mi piace il mio regalo.un regalo da lontano

Stavo passando in rassegna gli impegni della mia vita immaginaria per scegliere l’occasione di sfoggiarlo. Sì, perché la mia vita reale ha uno scarno carnet!

“Ma è ridicolo!” mi interrompe la voce di qualcuno, che stava maneggiando il mio regalo.

“A me piace-va”, rispondo più a me che alla voce, serpeggiata già fuori dalla stanza.

“Ti ricordi la favola della volpe con l’uva?” e anche la mamma è uscita.